Ottima performance della cessione Npl della Banca Popolare di Bari

di Gianni Puglisi Commenta

banca-popolare-di-bari-cede-npl

Si è conclusa nei tempi previsti e secondo i termini prefissati l’operazione della Banca Popolare di Bari sugli Npl, i non performing loan, prima in assoluto realizzata con le garanzie statali Gacs. Secondo uno schema compiutamente studiato da Jp Morgan e Prelios, l’istituto bancario di Bari ha realizzato la cessione ad investitori delle tranche mezzanine e junior dell’operazione di cartolarizzazione da 480 milioni di euro di crediti deteriorati. Il prezzo di vendita è stato del 30% del valore lordo e, entro la fine del corrente anno, sta preparando una nuova operazione da 300 milioni di euro sugli Npl. La finalità ultima della banca pugliese è il passaggio a Società per Azioni con i conti tutti in regola, dunque tali operazioni si rivelano indispensabili. Inoltre, il successo è garantito: secondo le indiscrezioni, il maggiore investitore è il colosso americano Davidson Kemper, un fondo made in Usa che detiene in gestione un patrimonio da 31 miliardi di dollari.

L’emissione è stata suddivisa in tre tranches: senior, a cui è stata associata la garanzia statale; mezzanine e junior, anch’esse, come la senior, di sicura affidabilità. L’intera operazione è stata decretata come un  grande successo: il prezzo di vendita, infatti, è stato decisamente superiore a quello delle Npl degli ultimi anni, proprio grazie alla garanzia di Stato, varata dal Governo nei mesi scorsi.

Per la banca, la previsione è di un 10% di efficienza economico, circa 50 milioni di euro sul portafoglio in oggetto. Dunque, una vera è propria inversione di tendenza: in precedenza, erano stati gli acquirenti, spesso grandi investitori internazionali, a decidere il prezzo di acquisto, frenando gli introiti.

Ora è tutto pronto per l’ulteriore operazione da 300 milioni di euro, che seguirà lo schema programmato, di successo, della prima fase, ed entro l’anno, in particolare nella prima metà di dicembre, la Banca Popolare di Bari diventerà una spa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>