Bilancio Atlantia gennaio settembre 2010

 
Alessandro Bombardieri
12 novembre 2010
0 commenti


Atlantia, società attiva nella gestione in concessione di tratte autostradali, ha presentato il bilancio dei primi nove mesi dell’anno, chiusi con ricavi in aumento del 9,1% a quota 2,84 miliardi di euro ed un utile netto in crescita del 15,1% a quota 576 milioni di euro.

Il 5% dei ricavi è derivato dall’incremento del canone di concessione Anas.

Le previsioni di Equita Sim, che sul titolo tiene rating buy con target price a 20,9 euro, erano di ricavi a quota 2,83 miliardi di euro e utile netto a 555 milioni di euro.

L’Ebitda del gruppo è aumentato del 6,9% a quota 1,79 miliardi di euro, contro previsioni di 1,76 miliardi.

Il traffico sulle tratte autostradali del gruppo è aumentato in questi nove mesi dello 0,36%, soprattutto grazie alla ripresa del traffico dei mezzi pesanti a 3 o più assi, che da soli hanno segnato un incremento del 3,8% su Autostrade per l’Italia. Questi dati hanno portato ad un aumento dei ricavi dello 0,5%.

E’ stato invece del 6,6% l’incremento del traffico delle società controllate all’estero da Atlantia, che tra l’altro in questi mesi ha investito 994 milioni di euro, in aumento del 10%, con un cash flow operativo che è aumentato del 14,5% a 1,14 miliardi di euro, mentre l’indebitamento finanziario netto è migliorato di 578 milioni a 9,18 miliardi.

Atlantia stima risultati migliori per l’esercizio in corso rispetto al 2009.

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento