E’ il momento opportuno per investire in obbligazioni

di Carlo Valuta Commenta

L'investimento in obbligazioni potrebbe rivelarsi vincente in questo contesto

In un momento in cui le opzioni di investimento mancano, le obbligazioni tentano a ripresentarsi come una efficace alternativa.
Ma la mansione è difficile. L’indice Barclays di questo asset nell’ultimo mese (fino al 9 settembre e calcolato in euro) ha ricavato quasi il 2%, facendo arrivare a +6,5% la prestazione da inizio anno. Un risultato dovuto più allo stato di forma del debito emergente che di quello dei paesi sviluppati.

I Treasury, ritenuti da sempre un porto sicuro nei momenti di incertezza dei mercati, sono stati fra i meno vantaggiosi titoli di debito governativo degli ultimi tre mesi. Da fine giugno hanno conseguito lo 0,4% (in termini di prezzo). Nel medesimo periodo la carta dell’area euro è salita del 2,4%. Le ipotesi di ripresa degli Stati Uniti, con la eventualità che la Federal Reserve cominci ad alzare i tassi di interesse, del resto, vanno contro una ripresa a breve dei Tbond.

I rendimenti offerti dalle obbligazioni straniere

Differente il caso per le obbligazioni del debito europeo che può contare su dati macro poco persuasivi, a cui la Bce si sta conformando con una politica monetaria sempre più accomodante. “Credo che la Bce sarà il fattore trainante per i mercati obbligazionari in Europa nel prevedibile futuro, sia per quanto concerne l’impatto sui prezzi degli strumenti finanziari (derivante dall’applicazione degli interventi annunciati a giugno e settembre), sia sull’economia reale”, dice una nota di Chris Iggo, responsabile degli investimenti nel reddito fisso di Axa IM.

“Se i dati a livello dell’economia reale resteranno deludenti, i mercati continueranno ad aspettarsi nuovi interventi da parte del presidente della Bce, Mario Draghi”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>