Nuove regole Basilea 3

di Redazione 22

Le nuove regole che dovrebbero consentire alle banche di essere più resistenti in caso si una nuova crisi di entità pari..

Le nuove regole che dovrebbero consentire alle banche di essere più resistenti in caso si una nuova crisi di entità pari a quella che ha seguito il fallimento di Lehman Brothers sono state approvate dai governatori e dai capi della vigilanza dei paesi presenti nel comitato di Basilea, il prossimo passo si avrà l’11 novembre a Seoul, in Corea, dove dovrà essere approvato dai capi di stato e di governo in occasione del G20.

Dopo la sua approvazione bisognerà attendere il primo gennaio 2013 per l’entrata in vigore delle nuove regole, anche se alle banche sarà comunque concesso un periodo di transizione per adeguarsi (fino al 2019), in modo tale da evitare che ne risenta il sistema creditizio posto a sostegno dell’attività economica.


Ma andiamo a vedere nel dettaglio quali saranno i principali cambiamenti che verranno apportati alle regola attualmente in vigore. Anzitutto alle banche sarà richiesto di aumentare il patrimonio Tier 1 dal 4% al 6%, mentre il requisito minimo per il patrimonio complessivo resta all’8%.

Le nuove regole, inoltre, prevedono una maggiore severità in relazione ai rischi dell’attività bancaria. Da questo punto di vista, in particolare, è stato stabilito un inasprimento delle regole per l’attività in titoli e il trading book, ponendo una maggiore attenzione anche ai rischi assunti dalla controparte. Alle banche, infine, è richiesto di mantenere un capitale aggiuntivo pari al 2,5%, in maniera tale da riuscire ad assorbire eventuali perdite.

Commenti (22)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>