Enel approva acconto sul dividendo

di Verna Vito Commenta

L'acconto sul dividendo di Enel sarà staccato il 21 novembre 2011.

Enel, la principale compagnia italiana attiva nel settore della produzione di energia da fonti classiche e rinnovabili (grazie alla controllata Enel Green Power) ha dichiarato, nel tardo pomeriggio di ieri, di aver approvato la relazione finanziaria semestrale al 31 giugno 2011 ribadendo come la situazione economico-finanziaria del gruppo sia tale da poter concedere agli azionisti un acconto sul dividendo.

In particolare, come si evince dalla nota ufficiale che ha dato notizia dell’evento, l’importo del suddetto acconto sarà pari a euro 0,1 per ogni azione ordinaria (l’identico valore che assunse nel corso della precedente distribuzione) e verrà staccato il 21 novembre 2011. Il 24 novembre 2011, poi, cominceranno i pagamenti effettivi.

BILANCIO SEMESTRALE ENEL GENNAIO GIUGNO 2011


Il bilancio dei primi sei mesi dell’esercizio in corso, dunque, avrebbe fatto emergere una situazione di tutto rispetto nella quale le attese degli analisti sarebbero stata rispettati e con un margine tale da consentire lo stacco di un acconto sul dividendo.

A titoli d’esempio riportiamo i principali dati economici lasciati trapelare dalla relazione trimestrale.

Ricavi

I ricavi collezionati da Enel sono risultati essere in crescita dal 10,3% a quota 38,39 miliardi contro i 34,80 dei primi sei mesi dell’esercizio 2010

Utile Netto

Segue il trend positivo anche l’utile netto che riesce ad aumentare del 5,2% portandosi a quota 2,55 miliardi dai precedenti 2,43 miliardi di euro.

Margine Operativo Lordo

Cresce, seppure in maniera decisamente inferiore ai valori già espressi, anche il margine operativo lordo che, dagli 8,8 miliardi di euro del 2010 si porta agli attuali 8,9 miliardi di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>