Azimut consolida la sua presenza in Brasile

di Carlo Valuta Commenta

La controllata carioca della capogruppo lussemburghese AZ International Holdings, AZ Brasil Holdings, ha raggiunto un'intesa per l'acquisizione del 100% di Az Futurainvest Group, compresa la società responsabile per la distribuzione di strumenti finanziari.

Azimut ha mandato in archivio il mese di novembre con una raccolta netta positiva per 730 milioni di euro, portando così la raccolta netta da inizio 2015 a superare i 6 miliardi di euro.

Nel 2014, il gruppo aveva conseguito una raccolta netta pari a 302,2 milioni a novembre portando il totale a 5,843 miliardi.

Il dato di raccolta ha beneficiato del consolidamento di Wise Planners, la quinta società di consulenza finanziaria in Australia, che è entrata a far parte di Az Nga. Al netto del consolidamento delle masse amministrate da quest’ultima, il gruppo Azimut ha conseguito una raccolta netta positiva per 470 milioni circa a novembre. Il totale delle masse, comprensive del risparmio amministrato, si è attesto a 36,8 miliardi alla fine dello scorso mese, di cui 30,9 miliardi riferiti alle masse gestite.

“Siamo soddisfatti di archiviare anche il mese di novembre con risultati di eccellenza che ci permettono di superare i 6 miliardi di euro di raccolta netta da inizio anno, a continua riprova che, in un momento di forte volatilità e incertezza sui mercati, i risparmiatori hanno trovato risposta alle loro necessità di consulenza e di rendimento, affidandosi ai partner finanziari e alle capacità di gestione del gruppo”, ha commentato il ceo di Azimut, Pietro Giuliani.

Secondo l’ad, infatti, nel contesto attuale la correlazione delle diverse asset class è sempre più forte e solo attraverso una gestione attiva e dinamica è possibile mantenere sotto controllo il rischio e reagire prontamente ai cambiamenti di mercato.

E Azimut Holding non si ferma nemmeno sul fronte dell’espansione del network estero. La controllata carioca della capogruppo lussemburghese AZ International Holdings, AZ Brasil Holdings, ha raggiunto un’intesa per l’acquisizione del 100% di Az Futurainvest Group, compresa la società responsabile per la distribuzione di strumenti finanziari. L’acquisizione di quest’ultima, tuttavia, sarà soggetta all’approvazione delle autorità locali brasiliane.

Secondo quanto riferito dalla società, il pagamento ai soci fondatori, basato sulle stesse metriche utilizzate nel febbraio 2014, sarà parzialmente riconosciuto una volta completata l’operazione e ricevuta l’autorizzazione dalle autorità competenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>