Atlantia e Gruppo Bertin insieme in Brasile

di Redazione Commenta

L’operazione viene realizzata per la società quotata in Borsa a Piazza Affari per il tramite della controllata Autostrade do Brasil, e da parte del Gruppo Bertin attraverso una controllata, la CIBE.

Nasce in Brasile un polo rappresentato da una joint venture che gestisce oltre 1.500 chilometri di tratti autostradali in concessione. A stipulare l’accordo di joint venture, attraverso il controllo di quote paritetiche, sono state da un lato il Gruppo Atlantia, e dall’altro il Gruppo Bertin attraverso un’operazione di conferimento delle rispettive partecipazioni.

In particolare, l’operazione viene realizzata per la società quotata in Borsa a Piazza Affari per il tramite della controllata Autostrade do Brasil, e da parte del Gruppo Bertin attraverso una controllata, la CIBE che tra l’altro risulta essere partecipata anche dalla famiglia Tarallo. L’operazione che porta alla nascita della joint venture, inoltre, prevede anche l’opzione per l’integrazione, per ulteriori 105 chilometri, del raccordo anulare della città brasilana di San Paolo.



AUMENTI TARIFFE AUTOSTRADE PER Il 2012

In accordo con un comunicato ufficiale emesso da Atlantia, il Gruppo autostradale quotato in Borsa a Piazza Affari conferisce nella joint venture il 100% di Triangulo do Sol rappresentato dall’80% attualmente posseduto, e dal restante 20% delle quote in virtù di un accordo con Leão & Leão. Contestualmente è prevista anche la sottoscrizione da parte del Gruppo Atlantia di un aumento di capitale pari all’incirca a 103 milioni di euro.

ATLANTIA BEN VISTA DALLE CASE DI BROKERAGGIO

A sua volta il Gruppo Bertin nella joint venture conferisce il 100% delle quote di Nascentes das Gerais, che possiede concessioni nello stato di Minas Gerais per 372 chilometri con scadenza nell’anno 2032. Ed ancora il 100% di Colinas che in concessione, fino all’anno 2028, gestisce 307 chilometri nello stato di San Paolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>