Borsa, Inwit debutta a Milano

di Carlo Valuta Commenta

La società che ha accolto le torri che danno il segnale di Telecom Italia è pronta a un futuro da protagonista.

Inwit è finalmente quotata in Borsa. Una notizia, questa, accolta in maniera molto positiva dal mercato e dell’amministratore delegato del gruppo Cicchetti, che ha parlato di un futuro radioso per l’azienda dopo l’esordio a Piazza Affari.

Le premesse dunque sono positive. Le sinergie tra broadcast e telecomunicazioni sono molteplici.

to una politica dei dividendi, deciderà il cda” ha aggiunto prima di salire sulla balconata a Palazzo Mezzanotte per il simbolico ‘suono della campanella’ che annuncia l’avvio delle contrattazioni. “Siamo soddisfatti – ha aggiunto circa la quotazione -. Avevamo una storia solida, il fatto che sia stata apprezzata dal mercato ci ha fatto piacere. Ci sono i più grandi nomi della finanza mondiale, il più grande è al di sotto del 2%”. Spunta intanto anche il fondo dell’università di Harvard tra i soci rilevanti di Inwit: al termine dell’offerta di vendita Harvard management company risulta detenere il 2,6% de capitale. Presente con il 3% circa il fondo Threadneedle, azionista anche di Ei Towers.

Dopo il poker di matricole Pmi sull’Aim, Borsa italiana si appresta a calarne un altro sul mercato principale. Incluso il recente sbarco del caffè Segafredo (Massimo Zanetti Beverage Group) sale a quattro il totale di debuttanti di metà 2015 con le torri di Telecom Italia, Inwit appunto, e il tandem composto dal factoring di Banca Sistema e dagli immobili residenziali targati Caltagirone,Domus Italia.

Per quanto riguarda Inwit, i titoli sono stati collocati nella parte alta della forchetta, esattamente a 3,65 euro. Dall’operazione di quotazione il gruppo Telecom incasserà 857,8 milioni, al netto delle commissioni alle banche collocatrici. “Faccio un bel sorriso – ha commentato l’ad di Telecom, Marco Patuano a valle del collocamento -.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>