Mercati alle prese con gli appuntamenti in agenda

di Carlo Valuta Commenta

Da Tokyo alla Germania, passando per la Francia e gli Usa. La situzione delle Borse.

Nel tentativo di colmare le perdite, i mercati sono in attesa della comunicazione di importanti dati economici e degli eventi in agenda.

La Francia, nel frattempo, conferma che nel primo trimestre dell’anno il Pil è cresciuto dello 0,6%. In Germania si registra la battuta d’arresto dell’indice Ifo che misura la fiducia delle aziende: l’Istituto ha comunicato che a giugno l’indice è sceso a 107,4 da 108,5 punti di maggio, gli analisti stimavano un calo a 108 punti. L’indice sulla situazione corrente è sceso a 113,1 da 114,3 di maggio. In calo anche l’indice sulle attese, in flessione a 102 punti da 103 del mese precedente. Negli Usa si guarda alla lettura definitiva del Prodotto interno lordo del primo trimestre e ai mutui ipotecari: in seconda lettura l’economia Usa aveva mostrato una contrazione dello 0,7%, gli analisti si attendono che il dato definitivo sia migliore.

In mattinata la Borsa di Tokyo ha terminato le contrattazioni ai massimi da 18 anni sulla scia della fiducia che possa essere raggiunto l’accordo in extremis tra la Grecia e i suoi creditori. L’indice Nikkei ha guadagnato lo 0,28% a 20.868,03 punti, il livello di chiusura più alto dal dicembre 1996, e supera così il picco di 20.833,21 punti toccato nel 2000, all’apice della bolla ‘dot-com’. Il rialzo da inizio anno è di circa il 20%. Il più generale indice Topix sale dello 0,21% a 1.679,89 punti, ai massimi da 8 anni. In leggero rialzo gli indici di Borsa americani, frenati dai dati economici deboli: il Dow Jones ha guadagnato lo 0,13%; il Nasdaq ha recuperato lo 0,12% a quota 5.160,09, nuovo record storico, e lo Standard & Poor’s 500 lo 0,06%.

Tra le materie prime il petrolio è in lieve rialzo sui mercati asiatici: i contratti sul Wti con scadenza ad agosto guadagnano tre centesimi e raggiungono i 61,04 dollari al barile mentre il Brent del mare del Nord sale di cinque centesimi a 64,50 dollari al barile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>