Parmalat protagonista in avvio di seduta

di Redazione 2

Oggi in borsa si attende con grande interesse il G20 che si terrà a Pittsburgh...

Oggi in borsa si attende con grande interesse il G20 che si terrà a Pittsburgh e le principali borse mondiali sembrano già risentire di questa attesa infatti molti listini sono partiti col piede sbagliato, tra questi anche Milano.

Il Ftse Mib cede lo 0,51% a quota 23.362 punti mentre Londra, Parigi e Francoforte si attestano intorno allo 0,1% di perdita, mentre la borsa di Tokio oggi è stata chiusa per festività.

Il G20 che si riunirà oggi avrà come argomento principale la modifica e l’introduzione di nuove regole da applicare al mondo della finanza.

In avvio di seduta male fa Parmalat che perde l’-1,18% a 1,84 euro in seguito all’annuncio fatto venerdì, in cui la società dichiarava che il Tribunale federale distrettuale di New York ha respinto le cause portate avanti dall’azienda negli Stati Uniti contro la società di revisione Grant Thorton, ritenuta corresponsabile del crack del gruppo Parmalat nel 2003. Parmalat poi ha fatto sapere che si appellerà a questa decisione.

Altri titoli che hanno iniziato male la settimana sono Cir, Geox, Mondadori e Mediaset (JP Morgan ha cambiato il giudizio sul titolo a neutral da overweight mentre il target price è passato a 5,60 euro da 4,96 euro).

Erg guadagna l’1,17% dopo la nuova raccomandazione di Morgan Stanley, che passa a equalweight da underweight. Anche Banco Popolare (+0,15%) beneficia del nuovo giudizio di Exane Bnp Paribas, che ha alzato il giudizio da underperform a neutral.

Male in avvio Fiat che perde lo 0,6%, è partito bene guadagnando il 2,21% a quota 18,46 euro il titolo Luxottica.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>