Retelit rinnova il Consiglio di Amministrazione

di Lucia Guglielmi Commenta

I consiglieri eletti resteranno in carica per un periodo pari a tre esercizi di bilancio.

Sotto la presidenza del dott. Michele Porcelli, l’Assemblea dei Soci di Retelit S.p.A., società quotata in Borsa a Piazza Affari ed attiva nel settore delle telecomunicazioni, ha nominato i componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione e ne ha determinato anche i relativi compensi.

A darne notizia ieri è stata proprio Retelit S.p.A. nel precisare come i consiglieri eletti resteranno in carica per un periodo pari a tre esercizi di bilancio, e quindi fino all’approvazione del bilancio societario che si chiuderà alla data del 31 dicembre del 2013. Questi, nel dettaglio, sono i componenti del Consiglio di Amministrazione: Danilo Oreste Broggi, Stefano Borghi, Michele Porcelli, Laura Guazzoni e Gabriele Pinosa.



ASTA FREQUENZE 4G RISULTATI

Di questi, hanno i requisiti di consiglieri di amministrazione indipendenti Gabriele Pinosa, Danilo Oreste Broggi, Laura Guazzoni e Michele Porcelli. Inoltre, il consigliere Gabriele Pinosa è stato eletto in base alla lista che, per una rappresentanza del capitale sociale pari al 5,74%, è stata presentata dai soci Alpitel S.p.A., Alberto Pretto, Daniela Guatterini e Laura Ziggiotto. Danilo Oreste Broggi, Stefano Borghi, Michele Porcelli e Laura Guazzoni sono invece consiglieri di amministrazione di Retelit S.p.A. eletti in base ad un’altra lista, quella presentata da HBC S.p.A. che della società quotata in Borsa a Piazza Affari possiede il 4,601% del capitale.

SETTORE TELECOMUNICAZIONI PROMOSSO DA MORGAN STANLEY

Quotata in Borsa a Piazza Affari dall’anno 2000, Retelit S.p.A., tra l’altro, è proprietaria dei diritti d’uso delle frequenze che, nell’Italia del Centro-Nord, vengono impiegate nel settore delle telecomunicazioni per i cosiddetti servizi WiMAX.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>