Stime Unilever alzate da JP Morgan

di Redazione Commenta

JP Morgan ha rivisto al rialzo le stime Eps 2010 e 2011 su Unilever portandole rispettivamente da 1,52 a 1,59 euro per azione e da 1,70 a 1,81 euro per azione..

JP Morgan ha rivisto al rialzo le stime Eps 2010 e 2011 su Unilever portandole rispettivamente da 1,52 a 1,59 euro per azione e da 1,70 a 1,81 euro per azione, alzando al contempo il target price da 26 a 28 euro.

La banca d’affari ritiene che il titolo del colosso sia sottovalutato dal mercato, sebbene si sia iniziato a credere in una ripresa di Uniliver i potenziali margini derivanti dalla crescita dei volumi continuano ad essere sottovalutati. Non è un caso, quindi, che nel corso dei primi mesi dell’anno il titolo in Borsa ha risentito dei timori relativi ad un possibile aumento dei costi delle materie prime, una preoccupazione definita da Jp Morgan assolutamente infondata visto che l’aumento stimato per il 2010 è compreso tra il 2 e il 3%.


Jp Morgan prevede un aumento dell’ebit margin di circa 40-50 punti base all’anno e per il secondo trimestre una crescita del 25% anno su anno.

Si è mostrata ottimista anche Ubs che per il secondo trimestre fiscale vede una crescita delle vendite e un leggero calo dei volumi, ammortizzato però da un miglioramento dei prezzi. Secondo Ubs, tuttavia, il secondo semestre sarà più difficile soprattutto per via di un aumento dei prezzi e dell’elevato livello di disoccupazione.

In una recente indagine svolta da CorrierEconomia emerge che Unilever è tra i titoli europei con maggiore potenziale di crescita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>