Enel conferma target 2010

di Redazione 1

Enel realizzerà nel 2010 un Ebitda di oltre 17 miliardi di euro.

L’Ad di Enel, Fulvio Conti, ha confermato che la società realizzerà nel 2010 un Ebitda di oltre 17 miliardi di euro, continuando ad offrire inoltre dividendi interessanti.

Inoltre Conti ha dichiarato che anche se Enel capitalizza meno della metà di quanto dovrebbe per colpa della crisi economica, continuerà comunque a distinguersi per la capacità di coniugare crescita e redditività.

Come ammesso dallo stesso Ad di Enel, qualcuno potrebbe dire che non è una crescita impetuosa, però si tratta di una crescita costante nel tempo. Sono stati confermati anche i target sull’indebitamento, che dovrebbe scendere a quota 45 miliardi a fine anno.

Conti ha parlato poi dell’operazione della cessione della centrale bulgara di Maritza, che secondo i piani sarà portata a termine entro fine 2010, anche se non si può escludere un rinvio ad inizio 2011.

Piero Gnudi, presidente Enel, ha confermato che il gruppo ha fatto le scelte giuste in un periodo difficile.

La crisi che ha colpito soprattutto il Sud Europa non ha toccato molto Sud America o Russia, paesi dove Enel è molto presente, e dove l’economia cresce a ritmi da anni ’50. Secondo Gnudi, in Italia si tornerà sui livelli del 2007 non prima del 2015.

Proprio ieri tra l’altro Enel ha portato a termine la cessione della rete di distribuzione elettrica spagnola alla REE per 1,4 miliardi di euro. Intermonte, rating outperform con target price a 5 euro, ritiene che l’operazione aumenti la visibilità sul piano di dismissioni.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>