Apple, nuovi iPhone e nuovo record di vendite

di Carlo Valuta Commenta

I modelli 6s e 6s Plus sbarcheranno presto anche in Europa. Per il momento vanno a ruba dopo il primo week-end di uscita negli store americani.

Si è concluso felicemente il primo fine settimana di release nei negozi per i nuovi gioiellini Apple. Le vendite sono partite venerdì scorso e sono stati già acquistati più 13 milioni di iPhone 6s e 6s plus. Apple, dunque, ha portato a casa un altro incredibile successo che si configura come un nuovo record per la società.

E’ dal 2012 che l’azienda fondata da Steve Jobs mette a segno risultati straordinari. L’ultimo flop, infatti, risale a tre anni fa. Da quel momento, l’uscita di ogni nuovo modello di iPhone ha portato a vendite entusiasmanti. Un boom dopo l’altro, come quello fatto registrare durante lo scorso week-end.

A rendere pubblici gli ultimi dati è stata direttamente l’azienda di Cupertino che fatto anche sapere che a partire dal prossimo 9 ottobre i nuovi iPhone saranno disponibili in altri 40 paesi, compresi Italia, Messico, Russia, Spagna e Taiwan, nonché in 130 paesi entro fino 2015: “Le vendite degli iPhone 6s e 6s plus sono state fenomenali, superando quelle di qualunque altro weekend di debutto (di altri modelli) nella storia di Apple”, ha dichiarato l’amministratore delegato Tim Cook, sottolineando che “il riscontro da parte dei clienti è incredibile”.

Lo scorso anno per il debutto del Melafonino numero sei furono raggiunti i 10 milioni di vendite, superando il limite fissato l’anno prima a quota 9 milioni con il debutto degli iPhone 5c e 5s. Per risalire all’ultimo flop di Cupertino bisogna quindi tornare indietro di tre anni al debutto del “5” che in tre giorni vendette”solo” cinque milioni di pezzi. Per il momento, però, il titolo di Apple si muove in lieve ribasso a Wall Street allineandosi al clima prudente delle ultime sedute: d’altra parte per gli analisti era già scontato che il record dello scorso anno sarebbe stato battuto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>