Ntv acquista altri quattro Pendolini

di Carlo Valuta Commenta

Otto treni Pendolino erano stati già acquistati da Ntv nell’ottobre dello scorso anno, con un contratto del valore di 460 milioni di euro.

Italo contro Trenitalia, la sfida si rinnova con il principale competitor di Ferrovie dello Stato pronto a dar battaglia alla major italiana. Ancora una volta.

I nuovi treni acquistati dalla società di trasporto ferroviario dell’alta velocità Ntv potrebbero continuare a chiamarsi Italo ma anche modificare il proprio naming: la scelta spetterà a Ntv nel momento i dodici Pendolino acquistati da Alstom saranno collocati sui binari. Quanto tempo ci vorrà? Bisognerà attendere tra la fine del 2017 e l’inizio 2018.

Un piccolo excursus storico: otto treni Pendolino erano stati già acquistati da Ntv nell’ottobre dello scorso anno, con un contratto del valore di 460 milioni di euro. Al momento sono ancora in costruzione. Ma ora la Nuovo Trasporto Viaggiatori vuole andare ancora più in alto e ha comunicato anche l’acquisto di altri quattro treni ad alta velocità. Convogli differenti rispetto ai treni Italo che attualmente sono in giro per l’Italia, poiché si tratta di convogli in grado di viaggiare con prestazioni ottimali sia sulle linee alte velocità che su quelle tradizionali. Con i Pendolino, infatti, Ntv ha deciso di potenziare la tratta Milano-Napoli aggiungendo i nuovi treni alla rete di Agv Italo già in servizio ma anche di coprire nuove rotte in direzioni nuove e soprattutto sulla direttrice Nord Ovest-Nord Est. Da Torino a Venezia passando per Milano, quindi.

Nell’accordo firmato tra il presidente di Ntv Andrea Faragalli Zenobi e Michele Viale, ad di Alstom, anche l’estensione da 20 a 30 anni per la manutenzione di tutta la flotta dei nuovi convogli. L’obiettivo di Ntv è quello di raggiungere, già nel 2016 i 10 milioni di passeggeri (nel 2015 ha superato i 9 milioni con un +40% rispetto al 2014).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>