Bene a ottobre il comparto del risparmio gestito

di Carlo Valuta Commenta

Con una raccolta complessiva, che da inizio 2014 supera i 110 miliardi, l'industria si prepara a chiudere un anno da record.

Ottobre dà le conferme che ci aspettavamo per quanto riguarda l’ottimo momento del comparto del risparmio gestito in Italia con sottoscrizioni per ulteriori 12,4 miliardi di euro dilazionate tra fondi aperti (7,4 miliardi) e mandati (4,95 miliardi).

Con una raccolta complessiva, che da inizio 2014 supera i 110 miliardi, l’industria si prepara a chiudere un anno da record: in passato, tenendo in considerazione esclusivamente le sottoscrizioni dei fondi comuni, gli anni migliori erano stati il 1998, con una raccolta per 167 miliardi e il successivo, con afflussi pari a 88 miliardi.

Stando ai dati preliminari mensili a cura di Assogestioni il mese scorso ha visto gli obbligazionari (3,5 miliardi) essere superiori per raccolta rispetto i flessibili (2,3 miliardi circa); ma questi ultimi mantengono il primato di fondi preferiti da inizio anno con afflussi per 36,3 miliardi. Luca Tenani, Country Head Italy – Asset Management di Schroders sottolinea:

I fondi obbligazionari e flessibili continuano a fare la parte del leone, confermando l’avversione al rischio tipica degli investitori italiani. Ma almeno per quanto ci riguarda, la scelta è ricaduta su soluzioni d’investimento con contenuto a maggiore delega di gestione e maggior decorrelazione dal mercato. In continua ascesa il patrimonio dell’industria, che rinnova il record storico a 1.536 miliardi di euro, rappresentato per il 54% dalle gestioni patrimoniali e, per la parte restante, da quelle collettive. Per gli addetti al settore i numeri di ottobre confermano un trend alimentato da fattori quali tassi di interesse eccezionalmente bassi e la perdita di “appeal” del mercato immobiliare residenziale. Ci aspettiamo quindi che questo trend continui anche l’anno prossimo. La grande sfida per il 2015 sarà riallocare asset dagli obbligazionari verso strategie più di asset allocation in grado di accompagnare il risparmiatore in un mondo in cui i tassi gradualmente risaliranno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>