Risparmio, gli italiani non puntano sulla Borsa

di Carlo Valuta Commenta

Le famiglie non intendono, spesso, destinare il loro budget alla Borsa. Non si fidano dei movimenti sui listini e temono per i propri capitali.

Arriva l’indagine del Centro Einaudi e di Intesa Sanpaolo sulle scelte finanziarie degli italiani durante lo scorso anno.

 

Si tratta di un report che ha visto la sua parte monografica focalizzata proprio sugli imprenditori, che come ha notato in sede di presentazione il curatore Giuseppe Russo giungono al vertice in media a 38 anni, che a pensarci bene è la stessa età del presidente del Consiglio. A parte queste coincidenze, l’indagine verte sul valore offerto dagli italiani ai propri risparmi e ai mezzi per accrescerli.

Si evince che le famiglie non intendono, spesso, destinare il loro budget alla Borsa. Non si fidano dei movimenti sui listini e temono per i propri capitali.

Questi i dati dell’indagine:

Le famiglie “hanno ripreso il controllo del loro budget” e nel 58% dei casi giudicano il loro reddito sufficiente: è meno del 62% del 2007 (prima della crisi), ma in crescita sul 56% dell’anno scorso. Nel giro di dodici mesi si è vista una inversione di tendenza anche per chi dice di non essere riuscito a risparmiare, sceso al 59% del campione nel 2014 ma ancora lontano dal 51% del 2007. Perché risparmiano gli italiani? In primo luogo per i figli e il primo obiettivo è la sicurezza del capitale investito. Nel 2014 indica i figli come finalità del risparmio il 13% del campione, contro l’11,8% del 2013 e il 3,3% del 2007. L’acquisto di una casa è la priorità del 5% (contro rispettivamente il 4,8% e il 4,4%), mentre cala drasticamente il numero di risparmiatori che mette da parte per far fronte a imprevisti (l’1,1% a fronte dell’11,9% nel 2007) e in vista della vecchiaia (il 2,8% dal 3,5% del 2013 e il 6,5% del 2007). La sicurezza del capitale, d’altra parte, è il primo obiettivo del 55,2% dei risparmiatori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>