I metalli preziosi in crescita dopo i timori in arrivo dal Portogallo

di Carlo Valuta Commenta

L’argento insieme all’oro sono in crescita nella seduta odierna mentre gli indici azionari sono indirizzati al ribasso dopo le preoccupazioni sulla salute del sistema bancario del Portogallo. Secondo l’esperto in Metalli Preziosi Carlo Vallotto, le contrattazioni delle azioni del banco Espirito Santo, la più grande banca quotata portoghese sono state congelate dopo una caduta di oltre il 17%. Le preoccupazioni per la banca portoghese, hanno riacceso i timori sulla crisi del debito sovrano nell’Eurozona spingendo gli investitori verso Oro e Argento come bene rifugio.

Su quali strumenti conviene puntare dopo l’aumento della tassa al 26%

Negli Stati Uniti, il Dipartimento del Lavoro ha dichiarato che il numero di persone che hanno richiesto l’indennità di disoccupazione è sceso da 315K della scorsa settimana a 304K. In questo quadro, l’argento è salito ai massimi degli ultimi quattro mesi, registrando il top a $21,62 e ritracciando successivamente a intorno a $21,47. Al rialzo troviamo una nuova forte area di resistenza a $21,50 che potrebbe frenare le velleità rialziste del metallo grigio.

la Banca d’affari Usa, Morgan Stanley torna ad investire in Italia

Un continuazione del rally vedrebbe come target $23,50. Lo studio delle medie mobili a 50 e 200 periodi, evidenzia che non hanno ancora effettuato un incrocio al rialzo e l’oscillatore Rsi si trova ora in area 71, considerata come ipercomprato.

> Commodities Trading

In direzione ribassista, possiamo collocare come area dove il prezzo potrebbe trovare un supporto, il valore di $20.70 dove transita anche la trend line di breve periodo che ha fornito energia al trend iniziato nelle prime giornate di giugno.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>