Accordo tra Retelit e Global Emerging Markets

di Carlo Valuta Commenta

L'accordo contempla un aumento di capitale riservato a GEM da 25 milioni di euro attraverso l'utilizzo di una Equity Line of Credit e l'emissione di Warrant a favore di GEM per 5 milioni di euro esercitabili entro tre anni dalla loro emissione ad un prezzo di 1 euro per azione

C’è l’accordo tra Retelit e GEM, Global Emerging Markets. Quest’ultimo è un fondo di investimenti alternativi. L’accordo prevede un incremento del capitale riservato sino a un massimo di venticinque milioni di euro mediante l’utilizzo di una ‘equity line of credit’.

Retelit erogherà anche warrant a favore di Global Emerging Markets per ulteriori cinque milioni di euro, i quali saranno esercitabili entro tre anni dalla loro emissione ad un prezzo di 1 euro per azione. Il contratto stabilisce che, a partire dalla data di approvazione della relativa delibera assembleare e da allora per un periodo pari a tre anni, Retelit possa erogare tutte le richieste di sottoscrizione che riterrà opportuno. In una nota rilasciata dal gruppo sono state elencate tutte le motivazioni delle nuova intesa. La nota ha ricordato le ultime mosse del gruppo e ha parlato delle future operazioni per rafforzarsi sui mercati:

L’aumento è finalizzato a rafforzare ulteriormente le dotazioni finanziarie e patrimoniali della società, consentendo alla stessa di procurarsi le disponibilità liquide necessarie ad affrontare il piano di investimenti tecnologici intrapreso e già comunicato al mercato. L’operazione ha lo scopo di rafforzare le dotazioni finanziarie e patrimoniali di Retelit al fine di affrontare il piano di investimenti tecnologici intrapreso: lo scorso 16 settembre la società ha perfezionato il proprio ingresso nel consorzio relativo alla costruzione e alla gestione del sistema in cavo sottomarino di ultima generazione denominato “AAE-1” che collegherà Europa, Africa, Medio Oriente ed Asia fino ad Hong Kong.

Intanto, in Borsa Retelit è scivolata sotto la parità a seguito di un avvio positivo in scia alla notizia del perfezionamento dell’accordo con l’investitore istituzionale statunitense Global Emerging Markets Limited (GEM).

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>