Scudo anti-spread Bce: la Germania dice “Si”

di Carlo Valuta Commenta

In Germania, i giudici della Corte di Karlsruhe hanno respinto le riserve sollevate contro il programma Outright Monetary Transaction (Omt), che di fatto non è mai stato adottato.

Un paio di accorgimenti e poi si puo’ partire. La Corte costituzionale tedesca ha espresso un parere favorevole circa lo scudo anti-spread pensato dalla Bce nel periodo peggiore della crisi finanziaria e dei debiti sovrani.

In Germania, i giudici della Corte di Karlsruhe hanno respinto le riserve sollevate contro il programma Outright Monetary Transaction (Omt), che di fatto non è mai stato adottato. Una eventuale decisione avversa avrebbe potuto imbrigliare la Bundesbank rispetto all’acquisto di titoli di Stato: come sottolineato da Repubblica in edicola, eventuali limiti stringenti all’azione della Banca tedesca avrebbero legato le mani alla Bce, che ha da poco rilanciato ilQuantitative easing (80 miliardi di acquisti al mese) e si prepara a giocare un ruolo fondamentale in un’ipotetica Brexit. Insomma, ne sarebbero derivate ripercussioni pesanti sui mercati. Non a caso, a valle della decisione la Commissione Ue ha “accolto con favore” la mossa della Corte tedesca e lo stesso Ministero delle Finanze di Berlino ha fatto sapere di essere “confortato” dalla notizia.

La Bce aveva lanciato il programma successivamente all’ormai noto discorso di Londra pronunciato da Draghi, (quello del “faremo qualunque cosa necessaria per salvare l’euro”). Quelle parole sono bastate da sole a placare la speculazione e l’Omt non è mai entrato in vigore. In una prima fase, la Corte tedesca aveva sollevato dubbi sulla legittimità dello strumento, che avrebbe oltrepassato i limiti del mandato Bce in termini di divieto di finanziamento diretto agli Stati. Ma aveva comunque rimandato la palla nel campo europeo chiedendo lumi alla Corte di Giustizia europea, dalla quale era arrivato il placet al programma di Draghi. Secondo i giudici del Lussemburgo, infatti, il programma non avrebbe rappresentato un rischio di intervento “sporporzionato” da parte dell’Eurotower.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>