Groupon festeggia i primi cinque anni e annuncia nuove strategie

di Redazione Commenta

La rinascita, attraverso le parole del manager Limongelli.

Groupon Italia festeggia i suoi primi cinque anni e annuncia nuove assunzioni e nuove strategie. Il gruppo è in crescita e dunque necessita di forze nuove.

A cinque anni dal debutto italiano Groupon, prima azienda nel mercato dei coupon sconto, prova ad andare oltre la fase di stanca del comparto studiando una strategia di rilancio che passa per gli investimenti delle grandi aziende, il marketplace in stile Amazon, ma senza voler fare concorrenza al colosso, e gli eventi.

Il manager Limongelli afferma:

Siamo una delle poche realtà internazionali che ha sempre investito in Italia e anche per questo continueremo a farlo. Per stare al passo con il mercato dobbiamo cercare di allargarlo in continuazione, esplorando nuovi orizzonti. Siamo consapevoli del fatto che dopo il boom iniziale, favorito dalla crisi economica che ha travolto l’Italia come il resto del mondo, i consumatori hanno avuto una sorta di rigetto nei confronti del coupon sconti che nel frattempo avevano invaso la caselle di posta di chiunque avesse un coupon.  Basti pensare pensare che i clienti della società sono circa 10 milioni con 22 milioni di buoni sconto venduti in 70 città italiane coinvolgendo 35mila esercizi commerciali. Adesso dobbiamo guardare oltre. E soprattutto dobbiamo allargare la nostra rete commerciale.

Il grosso del mercato per il momento lo fanno i ristoranti, i servizi di estetica e i viaggi. L’obiettivo di Groupon, tuttavia, è quello di trasformarsi gradualmente in un mezzo pubblicitario, come dimostrano le recenti iniziative con Mondadori, Feltrinelli o Italo.

I grandi gruppi – afferma Limongelli – hanno tagliato i budget pubblicitari rivedendo la loro strategia di allocazione delle risorse. E Groupon ha colto l’opportunità, anche perché attraverso Groupon il calcolo del ritorno dell’investimento è immediato grazie ai numeri delle vendite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>