Italo: 1,8 milioni di utili nel 2015

di Carlo Valuta Commenta

E' la prima volta dal debutto sulla linea ferroviaria.Per il 2016, Ntv punta a incrementare ancora la sua offerta.

Per la volta dal debutto sulle rotaie dell’Alta velocità, Italo archivia l’anno con risultati positivi. Ntv chiude il bilancio in utile: in base ai dati preliminari dei conti al 31 dicembre 2015, l’utile, prima delle tasse, si attesta a 1,8 milioni di euro.

Positivo per la prima volta anche il margine operativo loro che passa a 58 milioni (al risultato contribuiscono 8 milioni relativi ai certificati bianchi assegnati), mentre i ricavi si attestano a 308 milioni e i costi si fermano a 258 milioni.

Per il concorrente di Trenitalia, i segnali positivi giungono anche dall’incremento dei passeggeri passati lo scorso anno a 9,1 milioni dai 6,6 milioni dei dodici mesi precedenti. L’incremento è dovuto anche alla maggior frequenza dei servizi sulla tratta Roma-Milano e all’inserimento di Verona nel network di Italo.

Lo scorso anno la società ha approvato un bilancio del 2014 chiuso con una perdita netta di 55 milioni di euro, un margine operativo lordo negativo per 10 milioni e ricavi per 260 milioni. Poi, dopo l’arrivo a febbraio del nuovo amministratore delegato, Flavio Cattaneo, è stato presentato un nuovo piano industriale con un aumento di capitale da 100 milioni (per ora ne sono stati utilizzati 60) che ha permesso nuovi investimenti necessari al rilancio della compagnia.

Per il 2016, Ntv punta a incrementare ancora la sua offerta: dal primo marzo Brescia è stata inserita nel network di Italo con 4 collegamenti giornalieri, ma l’obiettivo è quello di sviluppare maggiori tratte promiscue Alta velocità/tradizionale grazie all’ingresso in flotta degli otto treni EVO previsto a partire della fine del 2017. Sarà così replicato il modello intermodale ferro/gomma su altre stazioni network di quelle già servite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>