Ricavi Alitalia primo semestre 2010

di Stefania Russo Commenta

Che la crisi economica è ormai giunta al termine lo dimostra non solo la lenta e progressiva ripresa del sistema economico ma anche i risultati..

Che la crisi economica è ormai giunta al termine lo dimostra non solo la lenta e progressiva ripresa del sistema economico ma anche i risultati diffusi dalle compagnie aeree, in considerazione del fatto che quello del trasporto aereo è stato uno dei settori che più ha risentito della crisi economica globale.

Alitalia, infatti, è riuscita a chiudere il primo semestre del 2010 con ricavi in crescita del 10% rispetto allo scorso anno, un ottimo risultato soprattutto in considerazione del rallentamento del traffico aereo causato dalla nube vulcanica islandese che nei mesi scorsi ha causato la cancellazione di numerosi voli.


Rocco Sabelli, amministratore delegato del gruppo, ha commentato i risultati spiegando che il secondo trimestre dell’anno è stato molto positivo e soprattutto coerente con quelli che sono gli obiettivi del piano industriale. Nel primo semestre, in particolare, Alitalia ha registrato un incremento del 3% dei passeggeri, inoltre c’è stato un miglioramento di 10 punti percentuali sulla puntualità e al 30 giugno ha mostrato di avere una disponibilità finanziaria tra cassa e linee di credito disponibili pari a mezzo miliardo di euro.

Sabelli, inoltre, ha precisato che il piano industriale non prevede aumenti di capitale, smentendo così le voci che parlavano di una possibile fusione con AirFrance-Klm, già azionista di maggioranza di Alitalia al 25%. E’ stata invece siglata una joint ventura con Air France Klm-Delta e che ha ad oggetto la condivisione tra le compagnie partner di costi e ricavi delle proprie rotte transatlantiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>