Trimestrale Enel gennaio marzo 2010

di Redazione 1

Enel ha chiuso il primo trimestre dell'anno con ricavi ed Ebitda in aumento.

Enel ha chiuso il primo trimestre dell’anno con ricavi ed Ebitda in aumento ma con un calo dell’utile netto di ben il 45% a quota 1,05 miliardi, addirittura peggio della stima del consenso a 1,1 miliardi.

La causa principale di questo dato è il ricavo di 970 milioni di euro rilevato nel primo trimestre del 2009 a fronte della valutazione al fair value della put option concessa da Enel ad Acciona sul 25,01% di Endesa.

Infatti al netto di questo guadagno l’utile netto del gruppo sarebbe stato in aumento dell’11,9%.

I ricavi di Enel sono comunque aumentati, arrivando a quota 18,12 miliardi di euro, in crescita del 19,9%.

L’Ebitda è cresciuta del 16,3% a quota 4,48 miliardi, facendo meglio delle previsioni del consenso a 4,06 miliardi.
Anche l’Ebit è cresciuto del 14,2% a 3.130 milioni di euro.

Il debito di Enel è però aumentato del 2,1% a quota 51,945 miliardi di euro, rimanendo comunque in linea con quelle che erano le attese. Enel tuttavia proseguirà il suo impegno nella ricerca e nello sviluppo delle fonti rinnovabili e nei programmi volti ad affermare la propria leadership.

Il consiglio di amministrazione di Enel, in occasione della presentazione del piano strategico a Londra, ha annunciato una riduzione dell’indebitamento a 45 miliardi a fine 2010.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>