Trimestrale HP febbraio aprile 2010

di Gianni Puglisi 1

Dopo la chiusura delle contrattazioni a Wall Street il colosso dei pc Hewlett-Packard ha diffuso i risultati realizzati nel corso del secondo trimestre fiscale terminato..

Dopo la chiusura delle contrattazioni a Wall Street il colosso dei pc Hewlett-Packard ha diffuso i risultati realizzati nel corso del secondo trimestre fiscale terminato lo scorso 30 aprile, un periodo durante il quale l’azienda è riuscita ad aumentare sia l’utile, in crescita del 28% a 2,2 miliardi di dollari, che i ricavi, in aumento del 13% a 30,8 miliardi di dollari. Al netto delle voci straordinarie l’utile per azione si è attestato a 1,09 miliardi di dollari.

Nel periodo in esame HP è riuscita a realizzare dei risultati addirittura superiori alle aspettative degli analisti, le cui previsioni parlavano di ricavi per 29,8 miliardi e di un utile per azione di 1,05 miliardi.


Nell’ultimo trimestre il colosso statunitense ha beneficiato soprattutto del miglioramento della situazione economica generale che ha portato ad un netto aumento delle vendite di PC e di server, i cui ricavi sono aumentati rispettivamente del 21% e del 31%. Inoltre non è da sottovalutare la ripresa, seppur minore, della vendite nel settore delle stampanti.

Mark Hurd, CEO di HP, ha commentato i risultati trimestrali evidenziando come l’ultimo periodo sia stato molto proficuo per l’azienda, si è trattato infatti di un trimestre in cui è stata realizzata una performance straordinaria che ha sottolineato la stabilità del gruppo in tutti mercati in cui opera.

Per quanto riguarda l’intero esercizio HP ha rivisto al rialzo le sue stime, le previsioni parlano infatti di un utile per azione adjusted compreso tra 4,45 e 4,50 dollari, contro la precedente stima di 4,37 – 4,44 dollari per azione.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>