Usa, le multinazionali soffrono

di Redazione Commenta

Bilancio in negativo, durante il primo trimestre 2015, per Coca Cola e McDonald's.

E’ un momento molto difficile quello che stanno vivendo due dei simboli per eccellenza della corporate America.

Coca-Cola e McDonald’s, infatti, stanno attraversando un periodo complicato. Il motivo? Entrambi i marchi sono sotto pressione per il cambio nello stile di vita degli americani e più in generale all’interno di quelli che sono gli Stati più industrializzati.

E così Coca-Cola ha archiviato il primo trimestre 2015 con un utile in calo del 4% a 1,56 miliardi di dollari, andando però oltre le stime degli analisti. I ricavi, invece, sono saliti dell’1%, con le vendite di Coca-Cola in aumento dell’1%, quelle di Coca-Cola Zero del 5% e quelle di Coca-Cola Light calate del 6%. Il gruppo è nelle “fasi iniziali” della sua spinta per andare incontro alla domanda dei consumatori che cambia, e “riteniamo di avere le giuste strategie in atto per accelerare la crescita. Ma il 2015 è un anno di transizione e le iniziative annunciate – afferma l’ad Muthar Kent – richiederanno tempo per materializzarsi fra l’incertezza e il contesto macroeconomico volatile”.

Le cose vanno molto poco bene anche per McDonald’s: durante il primo trimestre l’utile netto del colosso Usa del fast food è sceso del 32% a 811,5 milioni, o 84 centesimi per azione, da 1,2 miliardi, 1,21 dollari per azione, dello stesso periodo dell’anno precedente. Il calo è peggiore delle attese degli analisti ferme a 1,06 dollari per azione. A pesare sulla performance sono l’effetto negativo sul mercato dei cambi e le spese di ristrutturazione. I ricavi sono diminuiti dell’11% a 5,96 miliardi di dollari, in linea con le stime del mercato, con le vendite same-store (vale a dire dei ristoranti aperti da almeno un anno) che sono scese del 2,3%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>