Analisti prudenti su Fondiaria Sai per situazione patrimoniale

di Gianni Puglisi Commenta

La maggior parte degli analisti mantiene un atteggiamento prudente sul titolo Fondiaria Sai. A preoccupare non è tanto il grado di solvibilità...

La maggior parte degli analisti mantiene un atteggiamento prudente sul titolo Fondiaria Sai. A preoccupare non è tanto il grado di solvibilità della holding Premafin, che sebbene al momento non presenta problemi di liquidità, difficilmente potrà far fronte al debito in scadenza nel 2013.

L’atteggiamento degli analisti deriva soprattutto dall’influenza negativa della crisi del debito sovrano sul Solvency di Fondiaria Sai, motivo per il quale non è escluso il ricorso ad un nuovo aumento di capitale.

BILANCIO SEMESTRALE FONDIARIA SAI GENNAIO GIUGNO 2011

Secondo gli analisti di Equita sim, che sul titolo hanno rating “hold” e target price a 1,82 euro, più che un’altra operazione di ricapitalizzazione uguale a quella dello scorso giugno appare più probabile un aumento di capitale riservato ad un player industriale.

POSTE VITA SUL PODIO DELLE COMPAGNIE ASSICURATIVE ITALIANE

Prudenza anche da parte degli analisti di Intermonte, che mantengono sul titolo rating “neutral” e target price a 1,45 euro alla luce della difficile situazione patrimoniale. Una possibile soluzione arriva da Mediobanca, che ha fissato sul titolo rating neutral e target a 1,65 euro, secondo cui il Solvency I margin di FonSai è prossimo al 100% o leggermente sopra questo livello, una situazione che secondo Piazzetta Cuccia potrebbe essere risolta mediante la cessione di alcuni asset, tra cui figura in prima linea Ddor e per cui Axa ha offerto di recente 80 milioni di euro.

Mediobanca parla anche della possibile vendita di Popolare Vita, mentre in merito alla possibile cessione di Milano Assicurazioni la banca ritiene che sia un’operazione fattibile ma poco realistica alla luce della mancanza di acquirenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>