Come capire se le borse sono sopravvalutate

di ND82 Commenta

Nel mare magnum delle strategie basate sull’analisi fondamentale una delle più semplici e conosciute è quella della valutazione del rapporto prezzo/utili (p/e, price/earnings)

Nel mare magnum delle strategie basate sull’analisi fondamentale una delle più semplici e conosciute è quella della valutazione del rapporto prezzo/utili (p/e, price/earnings). Questo rapporto consente all’investitore di valutare velocemente se un’azione evidenzia una quotazione eccessivamente elevata rispetto al suo fair value, oppure se è sottovalutata con potenziali margini di upside. Il prezzo di un’azione non è altro che il valore, riportato ad oggi con opportuni tassi di sconto, degli utili generati da quell’azienda da qui agli anni a venire.

Il p/e estende il campo d’osservazione a un futuro inconoscibile. Il calcolo del rapporto spesso avviene così in altro modo. Ad esempio il rapporto p/u si può valutare con una stima degli utili di fine anno. Ma di p/u ce ne sono molti: utile netto, utile operativo, una media a 10 anni dei due parametri, il rapporto aggiustato per il ciclo. In quest’ultimo caso si confronta con l’indice di riferimento (ad esempio l’S&P500 per il mercato americano) con gli utili, riportati ad oggi, degli ultimi 10 anni.

BORSA DI TOKYO AI MASSIMI DA 4 ANNI

Ad oggi, facendo un’analisi delle rilevazioni di Plus24 sui dati S&P sui p/u calcolati sulla base degli utili fino al secondo trimestre 2013 e di quelli stimati al quarto trimestre 2013, confrontati con le medie storiche, non emergono segnali di sopravvalutazione per l’indice azionario americano S&P500.

BORSA DI ZURIGO: GENNAIO 2013 DA RECORD

Un’indicazione diversa arriva solo dal rapporto p/u aggiustato per il ciclo, ma c’è una spiegazione. Infatti, negli ultimi 10 anni la crisi dei mutui subprime ha schiacciato pesantemente i profitti del triennio 2008-2010, facendo aumentare di conseguenza il rapporto p/u che si trascina in questa media.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>