Ftse Mib nuovo segnale ribassista

di Alessandro Bombardieri Commenta

Il Ftse Mib è in netta difficoltà con i prezzi che sono stati respinti dall’area 19.800-20.000 e si sono girati al ribasso.

Nelle ultime sedute di borsa mondiali tutti i principali listini hanno avuto molte difficoltà, a causa delle tensioni finanziarie registrate nella zona euro e ai dati macro Usa, che si sono rivelati essere molto peggiori delle aspettative.

Il Dow Jones ha trovato l’opposizione dalla barriera di quota 10.300 punti, girando così al ribasso. Resta perciò negativa la struttura di breve termine, con una previsione che parla addirittura di un nuovo ribasso a breve.

Sarà molto pericoloso il cedimento di quota 9.800 del Dow Jones, che potrebbe dare il via ad un sell-off con target a 9.400 punti.

Saranno solamente i superamenti di quota 2.300 per il Nasdaq e 1.105 per l’S&P500 a poter fornire un primo segnale rialzista.

In Europa le borse accusano la debolezza dell’euro e la fragilità delle banche. Il Ftse Mib è in netta difficoltà con i prezzi che sono stati respinti dall’area 19.800-20.000 e si sono girati al ribasso.

Solamente il superamento di quota 20.000 punti potrebbe dare il via ad un trend rialzista con primo obiettivo 20.450-20.500 ed un secondo a 20.850.

Il cedimento di quota 18.000 invece porterà target teorici a 17.600-17.500 in un primo momento e 17.300-17.250 in un secondo momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>