Le difficoltà di Saipem crescono

di Carlo Valuta Commenta

Gli analisti di Exane Bnp Paribas, in un report di oggi in cui hanno ridotto il target price da 9 a 7,5 euro e confermato il rating underperform sull'azione; hanno evidenziato che le loro stime 2016-2017, dopo i deboli risultati del secondo trimestre, comprendono notevoli svalutazioni ma sono più significativamente influenzate dall'assunzione di un aumento di capitale più elevato a 2,5 miliardi di euro dai 2 miliardi previsti in passato.

Il titolo Saipem è in caduta a Piazza Affari. Il gruppo nel contempo prepara la sua ristrutturazione con una manovra che stando alle ultime indiscrezioni si aggira sugli 8 miliardi di euro.

L’azione cala del 2,13% a quota 8,50 euro. Saipem ha abbozzato con un numero di banche il piano per il rifinanziamento del debito attualmente pari a 5,5 miliardi di euro, quasi interamente finanziato da Eni.

Il piano si dipana in un nuovo finanziamento da 4,5 miliardi (4 anni con un tasso medio Euribor+155/160bps) supportato da una ricapitalizzazione, superiore alle attese degli analisti, da 3,5 miliardi di euro, preceduta dalla rivisitazione degli equilibri societari.

Gli analisti di Exane Bnp Paribas, in un report di oggi in cui hanno ridotto il target price da 9 a 7,5 euro e confermato il rating underperform sull’azione; hanno evidenziato che le loro stime 2016-2017, dopo i deboli risultati del secondo trimestre, comprendono notevoli svalutazioni ma sono più significativamente influenzate dall’assunzione di un aumento di capitale più elevato a 2,5 miliardi di euro dai 2 miliardi previsti in passato.

Gli esperti della banca d’affari hanno anche abbassato la loro stima sul prezzo dell’aumento di capitale a 8 euro per azione (-5,8% rispetto al valore corrente) il che ha portato a una riduzione consistente delle stime di utile per azione rettificato (eps): da 0,18 a -1,20 euro per azione per quest’anno, da 0,79 a 0,52 euro per azione per il 2016 e da 0,82 a 0,57 euro per azione per il 2017.

Il tutto a fronte di una previsione di perdita netta per quest’anno a -784 milioni (97 milioni la stima precedente), di un utile a 393 milioni il prossimo anno e a 429 milioni nel 2017. “Sulle base delle nostre stime di utili normalizzati,il titolo Saipem scambierebbe a9 volte il multiplo prezzo/utile o a 10 volte ipotizzando un aumento di capitale di 3,25 miliardi, rispetto alla nostra assunzione di2,5 miliardi,che è poi la cifra media delle indiscrezioni più recenti che indicano un aumento di capitale di 3-3,5 miliardi di euro”, precisano gli analisti di Exane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>