Grecia, lunedì un vertice per raggiungere l’accordo con i creditori

di Carlo Valuta Commenta

Secondo Padoan il summit è una nota positiva.

Il summit straordinario in programma lunedì sulla Grecia si configura come uno sviluppo positivo nel percorso verso l’accordo.

 

A dirlo è il premier greco Alexis Tsipras in un comunicato. Ci sarà una soluzione nel quadro delle regole Ue e della democrazia, che consentirà alla Grecia di tornare alla  crescita.

Dopo l’ennesima fumata nera che si è levata ieri sera dall’Eurogruppo, il presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk, ha fugato ogni dubbio e deciso di mettere intorno a un tavolo – lunedì prossimo – i capi di governo, convinto che “sia giunto il momento di affrontare urgentemente la crisi greca al più alto livello politico”.

Nel pomeriggio, successivamente, ha esortato le controparti ad accettare le proposte Ue: “La situazione è critica, siamo vicini al punto in cui il governo greco dovrà decidere tra accettare quella che ritengo una buona offerta di continuo supporto, oppure di andare dritto verso il default”.

Per il ministro italiano Pier Carlo Padoan – che ha visto il premier Renzi in serata in vista del vertice – la convocazione è un’ottima cosa: il fatto stesso che sia stato convocato è la prova “che ci sono margini per un’intesa”. In agenda, però, ci sarà anche la gestione di un default in caso di mancato accordo. Sul tavolo Ue andrà anche il piano di rafforzamento economico della regione, anticipato proprio per dare un segnale di unità del Vecchio continente. Matteo Renzi ha anche avuto un colloquio telefonico con il cancelliere tedesco Angela Merkel per parlare proprio di Grecia.

 

Ancora Tsipras aggiunge: “Tutti quelli che hanno scommesso sulla crisi e su uno scenario di terrore dovranno riconoscersi in errore. Ci sarà una soluzione basata sul rispetto delle regole Ue della democrazia che consentirà alla Grecia di tornare a crescere”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>