Fiat aumento quota in Chrysler al 25%

di Redazione Commenta

Fiat ha annunciato ufficialmente di aver aumentato la propria quota in Chrysler, passando al 25%...

Fiat ha annunciato ufficialmente di aver aumentato la propria quota in Chrysler, passando dal 20% al 25%, come già previsto in precedenza con l’accordo operativo del 10 giugno 2009.

Il gruppo del Lingotto ha dichiarato che con il raggiungimento del primo Performance Events è scattato in automatico l’aumento della quota di partecipazione.

Chrysler, tramite una lettera d’impegno irrevocabile nei confronti del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, ha annunciato di aver ricevuto le autorizzazioni regolamentari.

In questo modo Chrysler potrà iniziare la produzione dei motore FIRE nello stabilimento di Dundee, nel Michigan. Come previsto dall’accordo dunque la quota di Fiat è salita automaticamente al 25%.

Inoltre Fiat ha ricordato che con il raggiungimento dei prossimi due Performance Events, potrà aumentare ancora la propria quota fino al 35%, in due aumenti del 5% ciascuno.

Il primo dei due Performance Events riguarda l’aumento dei ricavi e delle vendite al di fuori dell’area NAFTA, mentre il secondo la commercializzazione negli Usa di un’auto in grado di avere consumi di 40 miglia per gallone.

Dal Salone di Detroit 2011, l’Ad di Fiat Sergio Marchionne, ha detto che il gruppo avrebbe già la possibilità di salire al 51% di Chrysler nel 2011, grazie alla disponibilità delle risorse finanziarie necessarie.

Marchionne ha dichiarato anche che il ritorno dell’Alfa Romeo negli Usa avverrà probabilmente nel 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>