Investire in platino

di Stefania Russo 3

Durante i periodi di crisi e di instabilità dei mercati finanziari si parla molto di investimenti in oro, il metallo giallo è infatti considerato una..

Durante i periodi di crisi e di instabilità dei mercati finanziari si parla molto di investimenti in oro, il metallo giallo è infatti considerato una tipologia di investimento capace di resistere ad ogni tipo di crisi, a confermarlo sono soprattutto le sue quotazioni che a metà maggio sono arrivate a sfiorare il massimo storico di 1.226 dollari l’oncia registrato a dicembre 2009.

Di recente alcune banche hanno innalzato il loro target price, senza contare che il ricorso a questo tipo di investimento è stato reso ancora più semplice dall’evoluzione finanziaria, che consente di investire in oro senza dover affrontare il problema del possesso fisico del bene, ricorrendo a strumenti come Etf o Etc.


Anche l’oro, tuttavia, presenta alcuni problemi, primo tra tutti la possibilità che una quotazione intorno ai 1.200 dollari per oncia sia un punto di arrivo anzichè di partenza e, in secondo luogo, il rischio della creazione di una nuova e pericolosa bolla speculativa sul metallo giallo.

Per questo motivo sono numerosi gli esperti che consigliano, a chi ha intenzione di investire in metalli preziosi, di puntare al platino. Il punto di forza di questo metallo prezioso è senza dubbio un’ampia domanda finale che gode di una notevole diversificazione, inoltre si ritiene che ci sarà una crescente richiesta, proveniente soprattutto dalla Cina, per uso industriale o di gioielleria.

Il platino viene oggi scambiato a 1.522 dollari l’oncia e ha un target price a 1.802 dollari nel 2011 e a 1.940 nel 2012.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>