Investire, l’Italia ritorna ad essere attraente dopo i dati di Marzo

di Carlo Valuta Commenta

In Italia si torna ad investire, la Borsa vola e i settori fermi a causa della crisi riprendono a muoversi: questi sono i piccoli segni di fiducia di una lentissima ripresa in un’Italia che però, per quel che riguarda l’economia reale, soffre ancora molto.Il mercato quindi inizia a rimettersi in moto, si torna ad investire in Italia: piccoli segnali di ripresa dalla crisi? Ma l’economia reale aiuta gli italiani? I dati di febbraio indicano un aumento solido delle importazioni principalmente di prodotti intermedi (+6,9% nell’ultimo trimestre) , segno che l’industria sta iniziando a risalire. Il dato globale dell’import mostra un aumento moderato (+1,7% mese su mese) che però è molto più solido se si valuta il dato al netto dell’energia, le cui importazioni sono crollate sia per l’inverno mite sia per la diminuzione dei prezzi.

Investire piccole somme, scendono i costi fissi

Le esportazioni sono aumentate del 2,1% su base annua e il dato è ancora più forte se si tiene conto della forte frenata dell’export di oro verso la Svizzera. Fa registrare dati positivi anche il settore immobiliare, che dopo aver attraversato un periodo di crisi nera, sembra stia pian piano iniziando nuovamente a muoversi.

Azioni, ecco quali previsioni per investire nei prossimi mesi

Ma nonostante tutto gli italiani continuano a soffrire, sono sempre più i poveri, le tasse da pagare incombono come una pesante stangata e i carrelli della spesa diminuiscono a causa dei prezzi a volte, per molti, troppo alti.

La crisi porta sempre più italiani, ancora, a fare a meno di beni principali, anche alimentari, segno che, quindi, a dispetto dei movimenti buoni che si registrano l’economia reale rimane negativa, ma le previsioni per il prossimo mese di aprile sembrano far ben sperare in una prima inversione di tendenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>