Autogrill brilla in borsa su possibile vendita quote Benetton

by Redazione Commenta

A poco più di mezz’ora dall’inizio delle contrattazioni di borsa, il titolo migliore sul listino azionariomilanese FTSE MIB è Autogrill. L’assemblea degli azionisti della società ha appena dato il via libera allo spin-off delle attività di “duty free” e di quelle “retail”

 A poco più di mezz’ora dall’inizio delle contrattazioni di borsa, il titolo migliore sul listino azionariomilanese FTSE MIB è Autogrill. L’assemblea degli azionisti della società ha appena dato il via libera allo spin-off delle attività di “duty free” e di quelle “retail”, ma a dare slancio al titolo in borsa è ssoprattutto la notizia di una possibile vendita di quote da parte della famiglia Benetton. Infatti, in vista di future partnership e aggregazioni, Benetton Group – che detiene circa il 60% della società – è pronta a scendere sotto il 50% del capitale.

Secondo quanto dichiarato da Gilberto Benetton, a margine dell’assemblea dei soci tenutasi ieri, la famiglia Benetton non ha alcuna preclusione sulla cessione di quote ed è disposta anche a scendere al 40% del capitale di Autogrill. Intanto a Piazza Affari le azioni Autogrill segnano un rialzo del 2,58% a 10,14 euro. Il titolo si è spinto fino a 10,22 euro, recuperando le perdite di ieri che avevano spinto i prezzi sotto quota 10 euro.

â–º SCISSIONE PARZIALE PROPORZIONALE AUTOGRILL APPROVATA DALL’ASSEMBLEA

Per Autogrill le prospettive sembrano rosee e ieri è stato segnato un passo storico con l’approvazione della scissione dei due business principali. L’amministratore delegato Gianmaria Tondato, che ha guidato negli ultimi mesi questa operazione, non sarà però al vertice della newco dei negozi ma ricoprirà un altro incarico all’interno del gruppo.

â–º AUTOGRILL QUOTERA’ IN BORSA WORLD DUTY FREE SPA

La newco World Duty Free, che si occuperà dei negozi aeroportuali per il settore travel retail & duty free, sarà quotata in borsa tra fine settembre e inizio ottobre prossimo. Gilberto Benetton ha apprezzato molto l’idea di dividere i due business del gruppo. L’imprenditore ha dichiarato che in questo modo sarà possibile per entrambe le società “di perseguire almeglio le proprie strategie e di migliorare i propri risultati, facendo leva sui rispettivi punti di forza”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>