Piazza Affari crolla a 16.500 su effetto-Draghi

di Redazione Commenta

Effetto-Draghi sui mercati azionari europei e Piazza Affari guida i ribassi evidenziando la peggiore performance tra le borse continentali. Il numero uno della Bce ha deluso i mercati, evitando di utilizzare toni da colomba

Effetto-Draghi sui mercati azionari europei e Piazza Affari guida i ribassi evidenziando la peggiore performance tra le borse continentali. Il numero uno della Bce ha deluso i mercati, evitando di utilizzare toni da colomba e suggerendo che l’Eurotower sta ancora discutendo sulle strategie di politica monetaria da attuare nei prossimi mesi. Sono così emersi dubbi sulla reale capacità della Bce di agire prontamente nel breve periodo. A Piazza Affari l’indice FTSE MIB ha mostrato un calo del 2,63% a 16.525 punti, scendendo sui minimi a un mese.

L’indice ha chiuso sui minimi di giornata, evidenziando così una forte spinta ribassista esercitata fino all’ultimo istante della seduta di ieri. Da inizio mese la perdita accumulata dal FTSE MIB è appena superiore al 4%. Risale con decisione lo spread Btp-Bund, che torna sopra 280 punti base. Il rendimento del Btp decennale supere il 4,3%. Il brusco incremento del differenziale ha trascinato al ribasso i titoli del settore finanziario.

Tra i bancari crolla il titolo Banca Mps, che lascia sul terreno più dell’8% a 0,239 euro. Pesanti cali anche per Ubi Banca (-6,16% a 3,262 euro), Banco Popolare (-5,23% a 1,052 euro), Bca Pop Emilia Romagna (-5,02% a 5,96 euro), Unicredit (-4,65% a 4,1 euro) e Intesa Sanpaolo (-4,49% a 1,361 euro). Il crollo di eri sembra poter avviare una fase di correzione per il listino milanese nelle prossime settimane.

MAIRE TECNIMONT: OK A RAGGRUPPAMENTO AZIONI E AUMENTO CAPITALE

Intanto non solo i bancari sono scivolati sotto i colpi delle vendite. Male anche i titoli industriali, in particolare Fiat che perde quasi il 6,5% tornando sotto i 6 euro per azione. Su Fiat aumento indebitamento preoccupa Morgan Stanley, che quindi consiglia di sottopesare le azioni del Lingotto nel proprio portafoglio. In controtendenza troviamo, invece, il titolo Buzzi Unicem, che sale dello 0,77% a 13,04 euro. E’ il titolo che finora ha dimostrato la migliore tenuta nelle fasi di turbolenza dei mercati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>