Class action contro American Express al vaglio di Adusbef e Federconsumatori

di Gianni Puglisi Commenta

La Banca D'Italia ha bloccato l'emisione di carte di credito American Express con funzione revolving a causa di alcune irregolarità relative..

La Banca D’Italia ha bloccato l’emisione di carte di credito American Express con funzione revolving a causa di alcune irregolarità relative alla trasparenza, all’usura e al riciclaggio. Alla luce di questo provvedimento l’associazione dei consumatori Adusbef, guidata da Elio Lannutti, e Federconsumatori, guidata da Rosario Trefiletti, stanno valutando l’ipotesi di dare vita ad una class action.

Mentre cercano di verificare la possibilità di dar vita ad una class action le due associazioni dei consumatori hanno invitato tutti i clienti American Express a conservare gli estratti conto delle proprie carte di credito e a compilare gli appositi moduli pubblicati sui siti internet di Adusbef e Federconsumatori.


In questo modo si dovrebbero riuscire a quantificare i risarcimenti dovuti mediante il calcolo differenziale dei tassi di soglia previsti al tempo dalla legge. Adusbef e Federconsumatori hanno stimato che in alcuni casi le carte di credito messe sotto accusa dalla Banca d’Italia arrivavano ad applicare un tasso di interesse al 251%, ossia il 21% mensili, oltre il doppio del tasso generalmente richiesto dagli usurai.

Le associzioni dei consumatori sono dunque decise a vederci chiaro e ad esigere il rimborso dei consumatori qualora le irregolarità venissero accertate, nel frattempo hanno richiesto all’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato di svolgere un’indagine a tutto campo sulle carte di credito, soprattutto quelle con funzione revolving, che sono sempre più costose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>