Generali vende quote di fondi private equity per 500 milioni

di Gianni Puglisi Commenta

Prosegue meglio del previsto per Generali Assicurazioni il percorso tracciato dall'ad Mario Greco per uscire da asset non strategici per il Leone di Trieste, in modo tale da reperire risorse finanziarie utili per migliorare l’allocazione del capitale e focalizzarsi sul core business

Prosegue meglio del previsto per Generali Assicurazioni il percorso tracciato dall’amministratore delegato Mario Greco per uscire da asset non strategici per il Leone di Trieste, in modo tale da reperire risorse finanziarie utili per migliorare l’allocazione del capitale e focalizzarsi sul core business. Ora il gruppo assicurativo triestino ha perfezionato la cessione di un portfolio di partecipazioni in fondi di private equity a Lexington Partners, società di private equity che opera nel settore dei fondi di fondi. Il titolo Generali Assicurazioni ha chiuso la seduta di borsa con un rialzo dell’1,29%.

Generali ha evidenziato una quotazione pari a 14,08 euro, confermandosi all’interno di una fase laterale di breve periodo. La cessione è stata chiusa per un controvalore pari a 500 milioni di dollari, ripetendo così un’operazione che già lo scorso anno aveva visti protagonisti sempre Generali e Lexington Partners. Era il mese di giugno del 2012, quando il Leone di Trieste finalizzò la cessione di un portfolio di quote di fondi di private equity per un valore di circa 400 milioni di dollari.

GENERALI: POSSIBILE INCASSO DI 100 MILIONI SE VENDE FATA

La chiusura dell’operazione era attesa da qualche tempo, considerando che era stata anticipata agli analisti finanziari dal cfo Alberto Minali, nel corso della conference call a commento dei risultati di bilancio di Generali Assicurazioni riferiti all’esercizio 2012. Il denaro incassato da Generali servirà per investire nuovamente nel private equity, ma in un modo più selettivo e attento.

Già qualche tempo fa il direttore finanziario del gruppo triestino aveva sottolineato la necessità per Generali Assicurazioni di ricercare performance migliori rispetto a quelle attuali, che non sono in linea con le aspettative in termini di liquidità e generazione di cash.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>