Goldman Sachs taglia target price settore immobiliare

di Redazione Commenta

Target price tagliato per Beni Stabili...

Goldman Sachs ha tagliato i target price di diverse società del settore immobiliare, in seguito ad un nuovo deterioramento dei finanziamenti bancari.

GS ha tagliato il prezzo obiettivo di Beni Stabili da 0,78 a 0,65 euro, mentre è stato mantenuto il rating neutral. Tuttavia il titolo non ha risentito di questo taglio nè del crollo del mercato, infatti in borsa ha chiuso la seduta di ieri in rialzo dell’1,86% a quota 0,4664 euro per azione.

Nella nota diffusa da Goldman si legge che i Cds delle banche europee sono aumentati di circa il 24% dalla fine del 2010. Secondo la banca americana questo trend abbinato alla sovraesposizione delle banche ai prestiti per gli immobili commerciali in Europa, indica un ulteriore probabile deterioramento della disponibilità di finanziamenti.

L’analisi aggiornata di GS sulle posizioni di finanziamento indica che un 37% dei circa 143 miliardi di euro di debito in scadenza è prima della fine del 2013. I rischi per le società che non sono riuscite a rafforzare la posizione a livello di finanziamento hanno visto aumentare i propri rischi, per questo Goldman ha tagliato i target price in media del 15%, soprattutto alle società dove almeno il 33% del debito sarà molto probabilmente rifinanziato prima della fine del 2013.

GS ha declassato Tour Eiffel da buy a neutral con target price da 73,80 a 63,40 euro e Vastned Retail da neutral a sell con prezzo obiettivo da 52,80 a 46,30 euro. Restano nella Conviction Buy List i titoli di Hammerson e Corio, che hanno posizioni forti a livello di finanziamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>