Istat registra indice al massimo in Italia e EU

di Redazione Commenta

Le imprese italiane tornano ad avere un andamento positivo. A rivelarlo è l’Istat che ha confermato la fiducia delle imprese del mese di settembre, un livello che è salito per la terza volta toccando quota 83,3. Un valore importante per l’economia del paese, valore che risulta essere il più alto dal mese di luglio 2012.  Tuttavia, specifica l’Istat, i dati rivelati non hanno tenuto conto delle ultime vicende economiche e politiche come Piazza affari in calo per instabilità politica e Mutui per i lavoratori precari solo il 2,7%.

Tuttavia l’indice della fiducia delle imprese italiane è salito anche rispetto allo scorso mese. Infatti ad agosto l’indice segnava 82,0, ovvero un -1,3. Ad andare bene è stato l’indice legato al settore manifatturiero che ha fatto un balzo in avanti, da 93,4 a 96,6. Ma non è stato l’unico settore ad essere così positivo. Infatti un buon miglioramento l’ha registrato anche il settore del commercio al dettaglio, settore che è aumentato da 86,6 a 91,1. Sono risaliti anche i settori della imprese di servizi e costruzioni, anche se in modo molto più franato. Il settore delle imprese di servizi ha registrato da 86,6 a 91,1 mentre quello legato alle costruzioni è passato da un 76,4 ad un 78,6.

Indice Esi, indice di fiducia in Europa, ha registrato, anch’esso, dei buoni risultati. La Commissione Ue ha rivelato che l’indice è aumentato all’interno dell’Eurozona a 96,9 con un incremento pari a 1,6 punti. Un dato notevole se si pensa che è stato superiore alle attese del mercato, attese di mercato che stimavano un 95,9. Quest’ultimo dato ha confermato un miglioramento per l’Unione, miglioramento di 2,4 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>