Mutuo Progetto Lavoratori di Unicredit Banca

di Redazione Commenta

La precarietà lavorativa di un'altissima percentuale di giovani rappresenta sicuramente uno dei principali motivi del calo delle richieste..

La precarietà lavorativa di un’altissima percentuale di giovani rappresenta sicuramente uno dei principali motivi del calo delle richieste di mutui per l’acquisto della prima casa.

Fino a pochissimo tempo fà, infatti, i titolari di un contratto di lavoro a tempo determinato o a progetto non avevano alcuna possibilità di ottenere un mutuo ma, visto che è sempre più raro avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato, le banche hanno deciso di adeguarsi di conseguenza.


Tra queste troviamo Banca Monte dei Paschi di Siena con il suo “Mutuo On Off” e Unicredit Banca che offre una soluzione analoga tramite il “Mutuo Progetto Lavoro“, un mutuo che può essere richiesto anche da chi non ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato e senza che sia necessaria la presenza di un garante.


L’importo erogabile tramite questa tipologia di mutuo va da un minimo di 50.000 ad un massimo di 200.000 euro e al cliente stesso è lasciata la possibilità di scegliere tra una variante a tasso fisso e una a tasso variabile.

Se si sceglie di sottoscrivere un mutuo a tasso variabile la sua durata non può eccedere i 30 anni mentre se si sceglie il tasso fisso la durata può essere di 5, 10, 15 o 20 anni. Nel caso in cui la durata del mutuo a tasso fisso sia superiore ai 20 anni in questo caso a partire dal 21esimo anno verranno applicate le condizioni relative al mutuo a tasso variabile, sempre entro un limite massimo di 30 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>