Talf prolungato fino al giugno 2010 da Fed e Tesoro Usa

di Redazione Commenta

Il Tesoro degli Stati Uniti e la Fed hanno prolungato l'accordo fino al 30 giugno 2010 per quanto riguarda il Talf.

Nella giornata di ieri il Tesoro degli Stati Uniti e la Fed hanno comunicato di aver prolungato l’accordo fino al 30 giugno 2010 per quanto riguarda il Talf (Term asset-backed secutiries loan facility), che nient’altro è se non un piano a sostegno della liquidità.

Il Talf nacque nel novembre scorso con lo scopo di aiutare il mercato delle Abs
(Asset-Backed Securities), che sono titoli che si appoggiano su altre tipologie di prestiti (agli studenti, ai finanziamenti per comprare le auto, alle carte di credito, ai prestiti garantiti da un organismo preposto a finanziare le piccole aziende ecc…).

Il Talf sarebbe giunto al termine il 31 dicembre di quest’anno, è stato quindi prolungato fino al 30 giugno 2010 per i Cmbs (commercial mortgage backed secutiries) di nuova emissione. Per chi avesse acquistato Cmbs prima del 1 gennaio il piano è esteso fino al 31 marzo.

L’intendo della Fed con il Talf è quello di riattivare il mercato dei titoli strutturati.

La seduta di ieri a Wall Street infatti si è conclusa con netti cali dal momento che gli investitori temono che i consumi siano ancora troppo deboli: il Dow Jones ha chiuso le contrattazioni a -2% a quota 9135,34 punti mentre il Nasdaq ha chiuso in ribasso del 2,75% a 1930,84 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>