Telefonica multata per gli accordi con Telecom Italia

di Carlo Valuta Commenta

 Multa di 15 milioni di reaos (5 milioni di euro) per la compagnia telefonica spagnola. Una multa che arriva dal Cade, l’antitrust brasiliano. La sanzione risale agli eventi del 2010, anno in cui in Italia si parlava del bilancio di Telefonica per gli accordi con la compagnia telefonica italiana. Proprio in base a quest’ultimi l’Autorità brasiliana ha deciso di dare vita alla medesima sanzione per il contrasto che si è creato dati i patti che prevedevano la divisione delle due compagnie. Infatti i pilastri italiani e spagnoli della telefonia sono entrambi concorrenti in Brasile, soprattutto nel settore della telefonia mobile. 

Il Cade ha esteso la multa alla Tim Brasil per un ammontare di 330 mila euro. Un milione di reais in Brasile, somma che, assieme all’altra sanzione, evidenzia un futuro differente per le due società. Infatti la compagnia telefonica spagnola dovrà ridurre la partecipazione diretta ed indiretta con la Tim Participacoes e, allo stesso tempo, alleggerire la presa sul mercato della telefonia in Brasile. Gli accordi del 2010, presi durante lacquisto della partecipazione in Telecom Italia, parlano chiaro, Telefonica si era impegnata a non aumentare la propria quota nella società brasiliana.

Vinicus Marques de Cavalho, presidente del Cade, ha chiaramente fatto sapere che o Telecom Italia vende la parte di Tim Brasil oppure Telefonica dovrà uscire, dati gli accordi, dalla compagnia telefonica italiana. Secondo l’Autorità brasiliana le preoccupazioni si sono create per l’eccessiva presenza degli spagnoli nel mercato, da Vivo che alla fine del mese di ottobre aveva il 28,7% del mercato mentre Tim Brasil il 27,1%.

Photo Credits – Tullio M. Puglia – Getty Images News – Getty Images 183575790

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>