ChemChina acquisisce Syngenta?

di Redazione Commenta

Offerti 43 miliardi al gigante svizzero che controlla i semi del mondo.

La Cina supera gli Stati Uniti. Lo fa con un’offerta pari 43 miliardi di dollari da parte del gruppo China National Chemical Corp, il quale già controlla Pirelli, all’indirizzo del colosso svizzero della chimica Syngenta: la cassaforte dei semi del mondo.

Il cda dell’azienda svizzera ha raccomandato l’offerta di 465 dollari cash ad azione, più uno speciale dividendo, ritenendo che “rispetta l’interesse degli azionisti” e agevolerà l’espansione di Syngenta sui mercati emergenti e in Cina.

Il colosso elvetico ha archiviato il 2015 con guadagni per tredici miliardi di dollari e gli addetti ai lavori si chiedono quanto ChemChina possa spingere le vendite mattendo a rischio la supremazia di Monsanto che ha registrato vendite per 15 miliardi. Alle loro spalle ci sono i tedeschi con Bayer’s (11 miliardi) e Basf (6 miliardi). A livello globale si tratta di una vera rivoluzione: gli svizzeri custodiscono i brevetti delle principali coltivazioni ogm del mondo, mentre i cinesi che da un lato sono grandi consumatori con una popolazione di quasi 1,5 miliardi di persone, dall’altro hanno la forza e la capacità di sviluppare ulteriormente il business.

L’acquisizioni è destinata anche a cambiare i rapporti tra Stati Uniti, Unione europea e Cina. Se nelle trattative per l’approvazione del Ttip – l’accordo di libero scambio tra Ue e Usa – la preoccupazione principale degli europei è proprio l’utilizzo degli Ogm nelle coltivazioni americane, adesso i timori sono destinati a spostarsi verso Oriente. Con Pechino, infatti, sono in corso i negoziati per il riconoscimento della Cina come economia di mercato: sul tema l’Europa è divisa perché il via libera abbatterebbe i dazi che oggi proteggono il Vecchio continente dall’invasione manifatturiera asiatica. Aver messo le mani su Syngenta rappresenta una carta negoziale importante per i cinesi consapevoli di quanto l’Europa abbia bisogno di sementi ogm, a cominciare dalla soia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>