Nessuna fusione tra Edison e A2A

di Redazione 2

L'ipotesi di fusione tra Edison e A2A è quasi tramontata, anche se l'idea piaceva molto ai francesi di EDF e questa ipotesi poteva..

La situazione è leggermente ingarbugliata, A2A è azionista di Edison attraverso la Transalpina di Energia alla quale partecipa anche EDF che ora punta alla joint con Eni-Gazprom.

L’ipotesi di fusione tra Edison e A2A è quasi tramontata, anche se l’idea piaceva molto ai francesi di EDF e questa ipotesi poteva creare un polo pericoloso poichè Edf ed Enel stanno già giocando insieme la partita per il nucleare che esclude appunto A2A che ha lanciato da poco l’emissione di un bond da un miliardo.


C’è da dire che il presidente del consiglio di gestione di A2A Giuliano Zuccoli, oltre ad essere anche presidente di Edison, punta ad aumentare la partecipazione in Edison al momento della divisione dei dividendi.


Edison infatti capitalizza molto per un valore di 5,4 miliardi di euro con un capitale sociale di 5,18 miliardi di euro. La questione però non farebbe piacere a Paroli e Tarantini che vorrebbero invece togliere i francesi dall’azionariato proprio nel momento in cui A2A è stata colpita dall’antitrust con una multa da 244 milioni di euro per riuscire così a conquistare Edison.

Il titolo Edison in Borsa intanto si attesta sul valore 1,038 euro per azione dopo aver raggiunto il prezzo massimo a fine agosto con 1,236 proprio durante la campagna pubblicitaria di Edison Luce e Gas con Gerry Scotti e Meneghin che ha sicuramente appesantito il quadro che abbiamo definito poco fa.

Il prezzo minimo invece è avvenuto a fine febbraio e inizio marzo quando il titolo Edison pesava 0,664 euro.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>