Opa Salini su Impregilo approvata dal cda

di ND82 Commenta

Semaforo verde dal consiglio di amministrazione di Impregilo sull’Opa lanciata da Salini Costruzioni

Semaforo verde dal consiglio di amministrazione di Impregilo sull’Opa lanciata da Salini Costruzioni. Dalla riunione del board del gruppo di costruzioni milanese, avvenuta ieri pomeriggio, è emerso che i soci hanno ritenuto congruo il corrispettivo di 4 euro per azione offerto con Opa dal costruttore romano, che è già alla guida del cda del general contractor dalla scorsa estate dopo un duro scontro con Beniamino Gavio per il controllo di Impregilo (entrambi hanno una quota del 29,9% circa del capitale).

Pietro Salini, amministratore delegato e membro del comitato esecutivo del board di Impregilo, si è astenuto nella votazione finale. Ora sarà lanciata l’Opa totalitaria sulle azioni Impregilo con un esborso pari a 1,129 miliardi di euro. Il titolo Impregilo non sarà delistato dalla borsa di Milano. Contestualmente alla decisione di approvare l’Offerta pubblica d’acquisto di Salini, è arrivato anche l’ok al maxi-dividendo per gli azionisti del general contractor milanese.

ATLANTIA-GEMINA: FUSIONE APPROVATA DAI CDA

Grazie alla cessione della controllata brasialiana Ecorodovias, che ha consentito un introito pari a 900 milioni, e dopo l’approvazione del bilancio preconsuntivo 2012, è stata deliberata l’assegnazione di un dividendo sull’esercizio 2012 pari a circa 600 milioni di euro. Lo scorso anno Impregilo ha chiuso il bilancio con un profitto netto consolidato di 601 milioni di euro, mentre il giro d’affari ha superato i 2,28 miliardi di euro.

NUOVO A.D. IMPREGILO E’ PIETRO SALINI

Dal bilancio è emerso che il 78% del fatturato è arrivato dai mercati esteri. La posizione finanziaria netta è nettamente migliorata a 567 milioni di euro, quando invece a fine 2011 si riscontrava un indebitamento netto di 527 milioni. Il miglioramento è dovuto agli incassi legati alla cessione di Ecorodovias, al deconsolidamento del debito della stessa controllata brasialiana e gli indennizzi ricevuti per il termovalorizzatore di Acerra pari a 356 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>