Crisi economica, si torna ad investire su asset più rischiosi

di Carlo Valuta Commenta

Durante le ultime sedute di Borsa, nella precedente settimana, ci sono stati molti dati macro economici migliori delle aspettative  da parte degli operatori che hanno ritenuto opportuno investire massicciamente nella moneta unica Europea.Vediamo l’analisi tecnica EurUsd: dopo le discese viste sulla pubblicazione dei NFP, ci troviamo nei pressi della media a 21 periodi oraria, che insieme a 1.3850 potrebbe rappresentare una prima area di supporto da poter curare per pensare a posizionamenti lunghi di euro. E’ da notare però, come su un time frame a 4 ore passino dei massimi precedenti corrispondenti con la media a 21 intorno ad area 1.38 ¼, il che ci fa pensare alla possibilità di estendere fino a qui la nostra area valutativa spiega Matteo Paganini di DailyFx. Se dovessimo assistere ad un mercato che scende sotto tali livelli, crediamo che si possano valutare delle estensioni verso area 1.37 ¾.

Piazza Affari, al rialzo sulla scia di Wall Street
UsdJpy: salita completamente rimangiata su UsdJpy, con i prezzi che si sono fermati sopra la media a 100 periodi oraria e che ci confermano come l’area passante per 102.50 risulti molto importante a livello di supporti, data anche la presenza di punti statici precedenti abbastanza precisi. Qui potrebbe essere possibile valutare degli acquisti di dollaro in attesa di assistere a potenziali ripartenze verso i primi target che potrebbero essere rappresentati da area 103.00 ed in estensione 103.30, mentre un ritorno sotto 102.40 potrebbe portare all’attacco di potenziali punti di trigger per valutare posizionamenti short, passanti per 102 ¼.

La Banca Centrale Europea, non modifica i Tassi
EurJpy: qui l’area di supporto potrebbe essere rappresentata da 142.25/40, valutabile sia su un time frame orario sia su un 4 ore. Nel caso in cui il mercato dovesse avvicinarsi a tale zona si potrebbe cominciare a valutare la possibilità di posizionamenti lunghi di euro, con l’idea che ritorni sotto questi livelli possano portare ad accelerazioni verso 141.80. In caso di tenuta, l’idea è quella di valutare possibilità di raggiungimento di area 142.90/143.10, ed in estensione i massimi visti venerdì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>