Bancari in terreno negativo: 10 giugno 2011

di Redazione Commenta

La Popolare di Milano arretra del 3,29% a 1,647 euro, nonostante i vertici hanno ribadito la propria solidità economica

Passano in terreno negativo i principali indici di Piazza Affari ed anche delle principali borse europee. Il FTSE Mib perde in questo momento l’1,38%, in terreno negativo anche il FTSE Italia All Share dell’1,31%. Tra i principali comparti, in netto ribasso i bancari.



UBI Banca perde 1,57% ed è quotata a 4,27 euro. Influenzano l’andamento del titolo sicuramente i rumors in base ai quali UBI Banca sarebbe prossima a cedere le attività di hedge fund e fondi alternativi delle controllata UBI Pramerica alla società di gestione Tages Group.

La Popolare di Milano arretra del 3,29% a 1,647 euro, nonostante i vertici hanno ribadito la propria solidità economica e patrimoniale, e la non eccessiva, anzi adueguata, esposizione finanziaria.

Intesa San Paolo perde lo 0,96% ed è quotata a 1,763 euro, ed oggi è l’ultimo giorno utile per aderire all’aumento di capitale sociale messo in atto dall’Istituto. Da Borsa Italiana si apprende che il Responsabile della Banca dei Territori, Marco Morelli, ha acquistato 83.428 nuove azioni della banca al prezzo unitario di 1,369 euro.

In controtendenza il Banco Popolare che evidenzia un progresso dello 0,82% ed è attualmente quotata a 1,602 euro. Da Borsa Italiana si è appreso che ieri il numero uno della Banca, Pier Francesco Saviotti, ha comprato 20 mila azioni della banca, ad un prezzo unitario di 1,5898 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>