Bce promuove aumento Mps, ma serve partnership

di Carlo Valuta Commenta

Sul dossier oltre al cda sono impegnati da tempo in qualità di advisor Ubs e Citigroup. Al momento nomi ufficiali o ufficiosi non sono emersi ma non si esclude che possa trattarsi di un gruppo estero.

Mps cerca partner. E ha ancora tutti gli occhi (degli analisti) puntati.

Inoltre, durante la giornata di ieri è emerso che secondo la Banca Centrale Europea il capital increase da 3 miliardi – che a detta del management senese partirà a maggio – non è sufficiente a rendere solidi i fondamentali dell’istituto.

I titoli sono partiti molto male ieri, facendo registrare poi un passaggio in positivo e una chiusura in rialzo dell’1% circa. Le quotazioni sono sostenute dalla speculazione che già inizia a scommettere su un’imminente operazione straordinaria, sollecitata direttamente dall’istituto centrale guidato da Mario Draghi.

Stando alla Bce, infatti, l’aumento di capitale da tre miliardi del Monte dei Paschi da solo non dà “la soluzione permanente ai problemi strutturali della banca”. Nella lettera di autorizzazione alla ricapitalizzazione e alla restituzione dei monti bond firmata da Draghi, la Bce “ricorda” al Monte dei Paschi che ci sono altri due punti del capital plan redatto a novembre “che vanno realizzati”: la riduzione dei crediti deteriorati e la ristrutturazione, ossia il matrimonio con un partner.

La banca, al fine di fronteggiare la crisi, ha garantito alla Bce anche un ulteriore pacchetto di strategie. Venderà una serie di asset dal valore di circa 220 milioni (inclusa la quota in Anima Holding a Poste italiane); punterà a soddisfare gli obiettivi del business plan aggiornato al 2018 che include peraltro la vendita di altri crediti deteriorati per un importo di 5,5 miliardi; perseguirà il percorso per il ritorno alla redditività già avviato con l’approvazione dei conti del primo trimestre.

A tutto questo si somma poi l’impegno di trovare un partner con cui fondersi. Sul dossier oltre al cda sono impegnati da tempo in qualità di advisor Ubs e Citigroup. Al momento nomi ufficiali o ufficiosi non sono emersi ma non si esclude che possa trattarsi di un gruppo estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>