Bilancio Fondiaria Sai 2009

di Alessandro Bombardieri Commenta

Perdite consolidate per 391,5 milioni di euro, contro l'utile di 90,7 milioni dell'anno precedente.

Sono stati resi noti i risultati dell’anno 2009 di Fondiaria Sai, con la compagnia fiorentina che ha fatto segnare perdite consolidate per 391,5 milioni di euro, contro l’utile di 90,7 milioni dell’anno precedente.

La perdita, al netto delle quote di pertinenza terzi, è stata di 342,6 milioni da un utile di 87,4 milioni. L’utile della capogruppo è sceso a 40,2 milioni di euro dai 69,6 milioni del 2008, mentre è risultata positiva la gestione finanziaria, con un utile per 613 milioni, in calo da 943 milioni nel 2008.

Comunque sebbene si siano registrati numeri in perdita, la società ha deciso ugualmente di distribuire il dividendo, che sarà di 0,40 euro per le azioni ordinarie contro gli 0,70 del dividendo del 2008, e contro gli 0,50 euro previsti dal consenso degli analisti.

Per quanto riguarda le azioni di risparmio si arriva a 0,452 euro dai 0,752 del 2008.

L’indicatore della performance tecnica dei rami danni è salito al 108% dal 98,6% del 2008, ma la società prevede per l’anno in corso un quadro tecnico pesantemente influenzato dal ramo danni, anche se Fausto Marchionni, Ad del gruppo, pensa che segnali positivi potranno arrivare dal raggiungimento degli obiettivi del piano dall’andamento dei primi mesi.

Nello specifico il settore danni ha chiuso l’anno con un risultato pretasse negativo per 498,4 milioni, a causa del peggioramento dei sinistri ma anche per l’esigenza di mantenere prudenti criteri di valutazione delle riserve.

Al contrario il settore vita ha mostrato un utile ante imposte di 84,9 milioni da una perdita di 59,1 milioni nel 2008.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>